deamed-centromedico-torino-ginecologo-chi-è-quando-visita-ginecologica

Il Ginecologo: chi è? Di cosa si occupa? Quando fare una visita ginecologica?

La ginecologia è un ramo della medicina che si occupa sia della fisiologia sia della patologia che colpiscono l’apparato genitale femminile.

Cosa fa il Ginecologo?

Un Ginecologo, cioè un medico specializzato in Ginecologia, ha il compito di diagnosticare e trattare, i disturbi che colpiscono l’apparato riproduttivo femminile, anche con l’ausilio di altri professionisti. Inoltre, tra le sue mansioni è previsto il compito di seguire la donna durante il periodo della gravidanza, durante il travaglio e il parto, e, qualora fosse necessario, di fornire assistenza post partum. Ma quali possono essere le patologie che colpiscono l’apparato riproduttivo della donna?

Le patologie trattate dal Ginecologo

Le patologie trattate con più frequenza dal ginecologo sono: le infezioni di vario genere come quelle batteriche, micotiche o da virus a carico di uno degli organi riproduttivi; anomalie congenite del tratto riproduttivo, i problemi legati alla gravidanza, l’endometriosi; le forme tumorali benigne come le cisti ovariche, vulvari e vaginali e i condilomi; i dolori pelvici e le infezioni sessualmente trasmesse.

Quando contattare il Ginecologo per fare una visita ginecologica?

In condizioni di buona salute e in assenza di patologie, è comunque necessario rivolgersi al proprio ginecologo per effettuare visite di controllo regolari. In assenza di disturbi è consigliabile una visita ginecologica una volta l’anno. Ma è bene rivolgersi immediatamente al proprio ginecologo nel momento in cui appaiano sintomi o alterazioni dell’apparato riproduttivo femminile di qualsiasi genere.

Quali procedure ed esami diagnostici effettua il Ginecologo?

Il Ginecologo può eseguire ecografie: pelviche, transvaginali, mammarie; effettuare indagini diagnostiche come ad esempio la colposcopia; effettuare screening per la prevenzione dei tumori della cervice uterina, come il Pap test ed HPV test, ed effettuare biopsie. Inoltre, il Ginecologo esegue la palpazione del seno, per valutare l’eventuale presenza di noduli, linfonodi ingrossati o altre atipicità ed attua interventi chirurgici come ad esempio la chiusura delle tube, l’asportazione di cisti, miomi, di fibromi e altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.